Nascere dopo, diagnosticare prima: la multidisciplinarità